Contatti

Social

Informazioni

logoArtemideLab1
facebook
mail
instagram

I nostri prodotti

Diventa rivenditore

Private label - produzione conto terzi

Contatti

Privacy policy

Cookie policy

Artemidelab Srl

Via Amendola 2L

40011 Anzola dell'Emilia

Bologna  ​Italia

info@artemidelab.it

instagram

artemide.lab

facebook

@artemidelab​

© Copyright 2020 Artemidelab s.r.l. by Artemidelab. Tutti i diritti riservati

Solido per necessità

02-06-2020 18:01

Lo staff di Artemidelab

Articoli, cosmesi solida, cosmesi naturale, cosmesi, ci piace piccolo, plastic free, artemidelab, handmade, artigianato, eco-friendly, salute, risparmio,

Solido per necessità

La cosmesi solida come soluzione: Cos’è? Quanto costa? Si mangia? E tutto il resto.

Abbiamo un problema: dobbiamo abbandonare gli imballaggi in plastica. È un dato di fatto, non stiamo nemmeno a spiegare perché né a scomodare politici, personaggi, tirare fuori dati e ricerche. È un semplice dato di fatto. E questo è un problema, perché siamo ormai abituati al consumo di prodotti contenuti in imballaggi in plastica e lo sforzo di abituarci ad altro ci pare quasi insormontabile.

Come risolviamo la questione? Occorre una soluzione semplice, facile e indolore, una transizione morbida. Alla nostra quotidianità, così frenetica e difficile, non possiamo che chiedere piccole modifiche che non richiedano sforzi e siano gentili con la nostra agenda e il nostro portafogli.

 

Come per tutti i grandi problemi, su grande scala fino alle nostre questioni individuali, l’unica soluzione possibile è scomporre il problemone in tanti piccoli problemini, in modo da renderli, tutto sommato, affrontabili e risolvibili. Far sì che la risoluzione sia fattibile, insomma.

Come tutte le mattine, partiamo quindi dal bagno: come eliminare dalla doccia il flacone dello shampoo, quello del balsamo, del docciaschiuma, dello scrub, della maschera per capelli, dell’antiforfora… Siamo circondati dai flaconi!

 

La soluzione non sta nella fantascienza, ma nella cosmesi solida.

 

Cos’è? Perché? Come? Chi la fa? Quanto costa? Si mangia? Dove la trovo?

17-1604058034.jpg

È presto detto: la cosmesi solida è l’insieme di quei prodotti cosmetici che non sono liquidi ma, appunto, solidi. Non si mangiano, anche se (i nostri) sono vegani. I cosmetici solidi naturali di ArtemideLab si ottengono con una lavorazione delle materie prime (quanto più biologiche/ecosostenibili/fairtrade/locali possibile) a freddo: non si cuociono le materie prime, non si utilizza acqua, non si emettono gas/acque di scarico. Insomma, non si inquina e si mantengono intatte le proprietà organolettiche degli olii utilizzati. Per imballare i prodotti, poi, ArtemideLab usa bioplastiche certificate 100% biodegradabili e compostabili e/o cartoncino, il che significa più spazio per fare una bella doccia e sacchi della differenziata più snelli. 

 

Con questo abbiamo già sfoltito il problema,

 

Ed è tutto bellissimo fin qui, ma perché scegliere proprio prodotti solidi e non qualcosa di più innovativo, chissà magari un prodotto liquido all’interno di qualche flacone creato con fibre di zucchero di canna, per dirne una? Per due ragioni: il costo e il costo. Il packaging costa, udite udite, e un prodotto liquido, composto d’acqua per gran parte, dura molto meno di un prodotto solido. Risultato? Lo shampoo liquido nel flacone biodegradabile costa comunque (almeno) il doppio, in proporzione. Possiamo fare di meglio, la quotidianità richiede risparmio.

 

Cosmetici solidi, quindi. Ma quali vantaggi hanno poi, davvero, questi cosmetici solidi? Per farla breve e facile, i cosmetici solidi assicurano:

 

  • PIÙ PRODOTTO, PIÙ RISPARMIO, PIÙ QUALITÀ
  • MENO EMISSIONI, MENO CONSUMI, MENO SPRECHI
23-1604057810.JPG

Esiste una soluzione per eliminare la plastica dal bagno: ad esempio ArtemideLab propone, in versione solida e delicata per corpo e viso, un’ampia scelta tra sapone, scrub, shampoo, balsamo, crema, bomba da bagno. In futuro probabilmente anche docciaschiuma, deodorante e dentifricio. Poi vediamo, probabilmente non ci fermeremo – perché dovremmo?

 

Come si usano questi prodotti? Come si conservano? Sono igienici? Davvero non si mangiano? Posso usarli anche per lavare mio figlio?

Posto che davvero non si mangiano sì, si possono usare anche sui bambini purché abbiamo almeno 3 anni (non si sa mai). E no, la saponetta non è un ricettacolo di batteri, perché ha un PH che, di per sé, non ne consente la sopravvivenza. Usare i prodotti solidi non è faticoso, è uno scherzo. Sotto la doccia e nel lavandino, bagnare il prodotto e strofinarlo sulla parte interessata; dopo l’uso, risciacquare e riporre (su un piattino? In un barattolo? In un contenitore?) ad asciugare. E per la crema? Afferrare il prodotto con una mano e passarlo su viso e corpo per una pelle morbida e idratata. C'è chi ritiene il solido più pratico del liquido, provare per credere.

 

Questi piccoli gesti quotidiani sono economici, facili, semplici e buoni, per la salute e per il Pianeta. Passare alla cosmesi solida è un piccolo gesto che porta risparmio e non costa fatica all’abitudine: vedrete che un giorno, molto presto, tutto questo avrà un senso.

 

Riassumendo. Problema: plastica. Soluzione: ArtemideLab. Cosmesi per scelta, naturale per rispetto, artigianale per passione, solido per necessità.

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder